La mia storia

La mia storia

Mi chiamo Gabriella Liviani, sono laureata in Marketing e Comunicazione ed ho lavorato per molti anni in ambito commerciale spostandomi in diverse città italiane. Per esigenze di studio e di lavoro ho dovuto affrontare vari trasferimenti, cambiare casa, in affitto e poi da acquistare e poi da rivendere e poi…

CAPITOLO UNO Passione o Ossessione?

La ricerca di case è sempre stata la mia passione, valutare le offerte, visitare le case, trattare modalità e prezzi ma… chissà perché molte volte l’entusiasmo iniziale del cambiamento e della ricerca si è trasformato in qualcosa di pesante ed ansiogeno. C’è chi dice che tra i maggiori fattori di stress dopo il divorzio, ci sia la ricerca di casa. Eppure di case in vendita ce ne sono tantissime… ma chissà perché quando ti metti a cercare tu, seriamente, spariscono…per poi riapparire inaspettatamente quando tu hai deciso, ormai sfinita, di comprarne un’altra. Magia? No è solo la legge di Murphy…

L’ultima volta avevo le ore contate, dovevo trasferirmi a breve perché avevo venduto la casa impegnandomi a sgomberarla nel giro di tre mesi. Ma forse gli addetti ai lavori non mi hanno creduto, non sono stata abbastanza convincente… fatto sta che ho cominciato a girare varie agenzie chiedendo di cercare per me una casa con determinate caratteristiche e vi assicuro che non avevo un budget risicato rispetto alle richieste…. Ero in un’altra città, dovevo effettuare la ricerca da lontano…ho chiesto addirittura a qualche agente se poteva diventare il mio consulente di fiducia e si incaricasse di trovare la casa che cercavo.
Le case erano sparite.
Conclusione: Nessuno mi ha richiamato.
La mia nuova storia parte da qui.

 

CAPITOLO DUE Valore o Prezzo?

Manca l’antefatto, però! Non vi ho raccontato la fatica per vendere casa. Il mercato è in crisi, lo so ma la mia casa è unica, l’ho scelta con cura, l’ho amata, l’ho migliorata, ci ho vissuto tre meravigliosi anni della mia vita. Non importa se ho maledetto il giardino infestato di zanzare e i vicini invadenti e rimpianto un attico isolato senza erba e rumori con vista sulla pianura padana. Ogni volta che devo vendere, la MIA casa assume un valore inestimabile. Perché? Perché con la casa vendi una parte di te, della tua vita, delle tue emozioni e dei tuoi ricordi! Quindi siamo in grado di determinare freddamente un prezzo? Purtroppo vale solo quello che qualcuno è disposto a darti in quel preciso momento in cui tu decidi di offrirla in vendita. Ma questo tu lo devi DIGERIRE. E nessuno oserà mai contraddire il cliente. Quindi la metto al prezzo che voglio io … tanto in fondo non ho bisogno urgente di vendere…, stiperò i mobili in un garage, andrò in affitto per un periodo e prolungherò l’agonia e le spese… L’agenzia incaricata porta varie persone a visitare la casa, ogni volta potrebbe essere quella buona, pulisci, imbuca i vestiti, rendi la casa asettica da rivista, taglia l’erba…. Non ho mai avuto la casa così in ordine e pulita come da quando ho deciso di venderla. E vi insegnerò volentieri l’arte dell’imbucare. Tutti i potenziali clienti si dimostrano entusiasti ma… nessuno compra.
Conclusione: L’agenzia non mi chiama mai per spiegarmi i motivi che non inducono all’ acquisto.
La mia nuova storia parte anche da qui.

CAPITOLO TRE L’intermediario perfetto

Allora al diavolo l’intermediario, metto un annuncio su Subito.it, da privata e mi arrangio! Cominciano ad arrivarmi varie telefonate, da gente che vuole sapere i dettagli della casa, poi comincia a dirmi che è costosa senza neppure vederla, io li invito a visitarla (non senza ansia, chi mi metterò in casa?), devo dire in quali orari sono a casa, prendono appuntamenti, disdicono appuntamenti. Una persona viene, gli altri si dileguano! Dopo qualche giorno le telefonate si esauriscono e la casa cade nel dimenticatoio ovvero vittima della grande giostra dei portali immobiliari.
Ma allora come ho fatto a venderla?
Grazie a qualcuno che ha fatto incontrare la domanda con l’offerta, qualcuno di fiducia!!!
Il suo nome è Tonia, ( riduttivo chiamarla la signora delle pulizie), che è la seconda persona innamorata della mia casa dopo me. Gabriella la tua casa è perfetta se avessi i soldi la comprerei io! Non ha un filo di muffa! E allora vendila, Tonia! Diffondi la voce.
Arriva una coppia di giovanissimi fidanzati, usciti direttamente dalla scatola dei Baci Perugina, non dal tubo, ma proprio dalla scatola vintage, quella classica. Siamo gli amici del figlio di Tonia, stiamo cercando casa perché in autunno ci sposiamo e Tonia ci ha parlato della vostra con un tale entusiasmo…
Dal vivo la casa appare loro più bella della descrizione appassionata di Tonia (grazie anche alla mia infallibile tecnica dell’ imbucamento, cugina della più nobile arte detta Home Stage).
Detto, fatto. La coppietta dei Baci Perugina ha trovato il nido adatto!
E’ l’entusiasmo di Tonia che ha fatto incontrare la domanda con l’offerta.
La mia nuova storia parte soprattutto da qui!

Tutti vissero felici e contenti e la storia si interrompe perché ho deciso di essere una disrupter ovvero di rompere le regole. Dopo essermi chiesta se non ero per caso io il problema ovvero non ero la cliente ideale né per vendere né per comprare ho capito che quando si vende e si acquista casa entra in gioco la vita: i sacrifici, le rinunce, i risparmi, i ricordi, le speranze, i sogni: il bene materiale più importante per noi è in gioco ed io voglio averne il massimo rispetto e darne il giusto, meritato valore, aiutandovi nella ricerca della casa ideale e nella vendita della vostra al giusto prezzo e in tempi brevi, senza stress e senza ansia, con passione ed entusiasmo…come se si trattasse di casa mia.

Passate da noi senza impegno, tutto l'impegno lo metteremo noi!